Oggi vi portiamo con noi al B&B Lo Sghimbescio, in località Popolano di Marradi (FI), sull’Appennino tosco-romagnolo. Ubicato in una storica dimora di campagna di colore rosa, Casa Fabbri, consta di due livelli: il piano terra, dove troviamo l’abitazione dei titolari e il primo piano, dove sono collocate le due stanze doppie e le due suite (ognuna di esse diversa dalle altre per colore, fragranza, poesie e fotografie che ospita), che costituiscono l’offerta per il pernottamento.
Oltre a ciò, troviamo al primo piano una splendida terrazza per le colazioni e una spazio comune deputato alla lettura, mentre affaccia sul giardino una cantina deputata alle degustazioni, alle arti figurative ed alla musica (dove troverete una pianoforte che, qualora lo sappiate suonare, potrà rallegrare le vostre serate).
Da non trascurare inoltre il magnifico giardino, adatto all’ozio e alla meditazione, dove insistono diverse tipologie di piante (diosperi, fichi neri, nocciole, pere cotogne,tiglio, lavanda, ortensie, rose,ecc). Ci abbiamo fatto ritorno già più volte, ed ognuna di queste visite ha lasciato in noi impressioni positive.
Diciamo subito che ciò che rende speciale questo luogo sono le persone che ne hanno reso possibile l’apertura, da Pasqua 2018: sono Giancarlo e Anna Rita i coniugi che, una volta varcata la soglia dell’età pensionabile, anziché andare in villeggiatura, hanno deciso di fare della loro casa un luogo di villeggiatura.
Praticano un’ospitalità discreta e premurosa, ma soprattutto “reciproca”: amano infatti farsi “contaminare” dai loro ospiti ed entrare in relazione con loro, proponendo splendide esperienze nei dintorni (tra le quali segnaliamo visite guidate a fattorie e/o laboratori artigianali) ma anche “residenze d’artista”.
Il panorama dalla stanza colazioni è splendido. Quando il tempo lo consente, si può sostare sulla terrazza esterna, ed apprezzare la brezza di montagna. A Marradi scorre il fiume Lamone e i dintorni di Casa Fabbri sono adatti a spensierate passeggiate nella natura (a piedi, in bike oppure a cavallo). Facilmente raggiungibili, anche tramite ferrovia, le città di Firenze, Faenza, Ravenna, con percorrenza massima un’ora e mezza.
Marradi diede i natali a Dino Campana, inquieto, nomade e geniale poeta del Novecento che, durante tutto l’arco della propria esistenza, è tornato a vagare nei dintorni di Marradi, cosicché ancora oggi in queste valli echeggia l’intensità dei suoi versi (per approfondimenti vedi I Canti Orfici).
Cosa dire poi dell’accuratezza con la quale Anna Rita prepara i dolci da proporre ai propri ospiti? Materie prime selezionate con cura, provenienti da produttori locali, per fare di ogni momento gustativo anche una splendida esperienza sensoriale. Un luogo che, nelle calde serate d’estate, saprà stupirvi coi propri sorbetti e ghiaccioli fatti in casa, da apprezzare al fresco del giardino oppure in cantina, tra le tele d’artista e le fotografie di qualche mostra allestita per un’occasione speciale.
Se amate coccolarvi, se pensate spesso al viaggio, ma in fondo desiderate la villeggiatura, concedetevi un soggiorno di minimo due notti in questo splendido angolo della Romagna toscana e ne rimarrete conquistati. Per info e prenotazioni vi rimando al sito https://www.losghimbesciobb.com/.

Menu